Telefonami tra ventanni

null

E’ l’oggetto del momento, atteso da tanti e su cui parlano tanti. Arrivato con tanto di file chilometriche e con servizi sui maggiori telegiornali, l’iPhone il “telefono” multifunzione della Apple è approdato anche in Italia. Come in ogni fenomeno di massa si sono avvicendati sia gli entusiasti che i detrattori. Sicuro è che più che un telefono è un terminale, che offre molteplici opportunità a chi lavora. E ha anche delle funzioni utili ai fotografi. A tal proposito, mi piace segnalare l’articolo di Luca Pianigiani su Jumper  che spiega veramente bene le funzioni di questo nuovo prodotto della casa di Cupertino. Ci sono anche delle considerazioni che fanno riflettere, soprattutto quelle che guardano agli scenari futuri. In un settore che almeno in Italia, a volte non vede al di là del suo naso, e che spesso attua strategie da anni Cinquanta, ascoltare una persona che guarda al futuro e quantomeno rinfrancante.  Personalmente, al di la dei comportamenti un pò snob degli utenti tipo della Apple, lo ritengo un oggetto da svolta epocale, come il Walkman della Sony o il Pc della Ibm. Solo un mese fa ho acquistato uno Smartphone, necessario per il mio lavoro, ma a differenza dell’iPhone che si autoconfigura, questo è complicatissimo tanto da non essere riuscito ancora a farlo dialogare con il mio Pc.  Aspetterò che finisca il polverone mediatico e che soprattutto scenda il prezzo di vendita per farci un pensierino.

Annunci

~ di raw82 su luglio 13, 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: