Washington e Napoli: strategie contro la crisi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora brutte notizie dal fronte dell’informazione. Il Washington Post, il più diffuso quotidiano americano, famoso per aver dato il via al caso Watergate che costrinse alle dimissioni il presidente Nixon, ha deciso di chiudere molte sedi periferiche.  A cadere sotto la scure del direttore Marcus Brauchli, le sedi di New York, Chicago e Los Angeles. Il provvedimento si è reso necessario per la crisi pubblicitaria che sta interessando i principali media cartacei del pianeta. I giornalisti  di queste sedi saranno utilizzati nella redazione centrale.  Secondo il direttore, è possibile seguire queste città anche dalla sede del quotidiano.

All’ombra del  Vesuvio, invece,  Il Mattino  esce con una grafica rinnovata.  Annunciato da un discreto lancio pubblicitario, il nuovo corso, non appare ai più un grande cambiamento. Secondo alcuni ricorda la grafica del quotidiano Il Tempo, ma il giudizio unanime e che sa di grafica stantia. Un altro dato che salta agli occhi è la presenza pubblicitaria, molta pubblicità regionale, poca quella nazionale.   Segno dei tempi, e di una capacità di raccolta minore.  In questo scenario si innesta la marcata avanzata delle versioni on line, rispetto a quelle cartacee, senza contare i tanti portali, notiziari on line e blog che si occupano di informazione.

Annunci

~ di raw82 su novembre 26, 2009.

Una Risposta to “Washington e Napoli: strategie contro la crisi”

  1. e vero i tempi sonoproprio bui :-((

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: